Club

Polisportiva Garino

La Storia

La storia della Polisportiva Garino affonda le sue radici nel 1984, anno nel quale un sodalizio di soci fondatori abitanti del luogo le diedero i natali.

Sin dall’inizio la vocazione della Polisportiva è ludica e aggregativa con un’attenzione particolare al gioco delle bocce e delle carte, e grazie alla sua collocazione geografica di frazione confinante con i paesi di Nichelino e Candiolo, diventa luogo di riferimento, di ritrovo e di svago per tutti gli abitanti del circondario e dei paesi limitrofi.

E’ nel 1961 l’istituzione a frazione del Comune di Vinovo, ottenuta grazie alla sua ampiezza ed alla distanza non indifferente dal centro storico.

La denominazione Garino viene attribuita in seguito ad n referendum aperto a tutti gli abitanti del luogo che scelgono, tra il nome del santo della chiesa del territorio, San Domenico Savio, e il nome della cascina più importante della zona, Sotti, il cognome della famiglia che aveva contribuito alla lottizzazione del territorio, i Garino.

La sua crescita risale agli anni 70, quando iniziarono i grandi lavori di costruzione dei villaggi residenziali a ridosso; i villaggi Dega Nord e Sud, la Torrette, i Lauri, il villaggio Ippico, fino ad arrivare alla storia recente con l’edificazione del Villaggio I Cavalieri, arrivando a contare attualmente circa 3.600 abitanti.

All’interno della Polisportiva vengono praticati diversi sport, ma il calcio ha soltanto un ruolo marginale con poche squadre e militando al massimo nella seconda categoria piemontese.

La storia in questi 30 anni è molto travagliata e costellata di non poche vicissitudini. La Polisportiva chiude e rinasce più e più volte, cambiando nome, fino al 2014 quando chiude definitivamente i battenti dal punto vista calcistico restando senza più squadre e chiudendo il numero di matricola.

In questo momento storico arriva la svolta.

Un gruppo di persone appassionate di calcio decide di raccogliere questa ardua sfida e di mettersi in gioco per la rinascita del settore calcistico, credendo nelle enormi potenzialità che vedevano nella struttura.

Vengono presentati i primi progetti di miglioramento della struttura e nella stagione 2015/2016 viene riattivata la matricola calcistica con la rinascita delle prime 4 squadre con la Prima Squadra che riparte dalla Terza Categoria, un gruppo di Allievi 2000 ed una squadra di Esordienti e di Pulcini.

E’ proprio la Prima Squadra, con un’avventura iniziata quasi per gioco, la vera sorpresa di questa stagione, che trionfa nel campionato di categoria di quell’anno e del successivo, ottenendo due promozioni consecutive.

Con il passare del tempo e molti investimenti pubblicitari e finanziari e l’aiuto dei primi sponsor che sposano il progetto le squadre nella stagione 2016/2017 passano da 4 ad 11 con un boom di iscrizioni che da 80 tesserati passa a più di 200.

La stagione 2017/2018, vede incrementare le squadre da 11 a 14 con tutte le categorie calcistiche presenti e alcune categorie divise in più squadre con la Prima Squadra attualmente al comando del campionato di Prima Categoria con diversi punti di vantaggio rispetto alle inseguitrici e una partita ancora da recuperare.

I tesserati diventano quindi da circa 200 a circa 300, grazie anche all’aiuto di uno staff che negli anni si sta completando e affinando sempre di più, composto da Direttori Sportivi, Direttori Tecnici, dirigenti e semplici volontari spinti dal vento della passione comune per il calcio e dall’amore per i colori di questa società e per i valori di lealtà sportività ed il senso di appartenenza e di famiglia che Garino rappresenta.

I colori sociali sono il rosso e il blu. Lo stemma della Polisportiva Garino è caratterizzato da uno scudo sagomato bianco troncato in punta con partizione rossa a destra e blu a sinistra; con riquadro al punto d’onore tagliato di rosso e blu al cavallo rampante bianco; all’ombelico la scritta in blu Polisportiva Garino.


Facilmente raggiungibile dall’uscita della tangenziale di Debouchè, è situata in una zona tranquilla mista tra abitazioni, industrie e terreni agricoli. Compongono la struttura un campo da calcio a 11 in erba sintetica di ultima generazione, un campo da calcio a 7 in erba sintetica, due campi da calcio in 5 in erba sintetica. Al suo interno troviamo spogliatoi separati anche per gli arbitri, sia in muratura che in prefabbricato, riscaldati, con servizi e docce calde.

Le Strutture

IL CAMPO A 11



All’interno della struttura è presente un campo in erba sintetica ad 11 di 6000 mq di nuova generazione che ospita le partite e gli allenamenti di Prima Squadra, Juniores, Allievi, Giovanissimi, Esordienti e Pulcini. Il campo è dotato di tribune omologate per gli spettatori che assistono alle partite. Per gli spettatori l’accesso al campo avviene dal portone di via Europa con passaggio alla biglietteria ed accesso diretto alle tribune. L’accesso al campo per i giocatori avviene dagli spogliatoi della struttura attigua collegati al campo.


IL CAMPO A 7


Il campo a 7, realizzato in erba sintetica occupa una superficie di 2860 mq, ed ospita le partite e gli allenamenti dei Pulcini. Ospita inoltre gli allenamenti della squadra femminile della F.C. Juventus. Realizzati dalla ditta Italgreen s.p.a. con il prodotto 42 XTENDER PRO GC con certificazione UNI EN ISO 9001 – n. Q.00.307, conforme alle leggi vigenti in materia ecologica ed ai decreti Ministeriali in merito a salute e tutela ambientale, conforme alla normativa DIN 18035/7 in merito al rilascio di metalli pesanti, in regola con le normative di base al rilascio di idrocarburi policiclici aromatici (IPA) nell’ambiente, esente da


agenti tossici nocivi per la salute e l’ambiente. Il prodotto è costituito da speciali fibre ad alta memoria elastica, prodotte per estrusione con polimeri al 100% in polietilene extra morbido, con nervatura centrale, resistenti ai raggi U.V., al gelo, completamente antiabrasive non ritorto ma incarniciato con una speciale calza a doppio filo intrecciato.


Gli spogliatoi si trovano in un prefabbricato adiacente coibentato e riscaldato munito di servizi e docce calde.


IL CAMPO A 5



I due campi a 5 realizzati in erba sintetica occupano una superficie complessiva di 1600 mq. Realizzati dalla ditta Italgreen S.p.a. con il prodotto 42 XTENDER PRO GC con certificazione UNI EN ISO 9001 – n. Q.00.307, conforme alle leggi vigenti in materia ecologica ed ai decreti Ministeriali in merito a salute e tutela ambientale, conforme alla normativa DIN 18035/7 in merito al rilascio di metalli pesanti, in regola con le normative di base al rilascio di idrocarburi policiclici aromatici (IPA) nell’ambiente, esenti da agenti tossici nocivi per la salute e l’ambiente. Il prodotto è costituito da speciali fibre ad alta memoria elastica, prodotte per estrusione con polimeri al 100% in polietilene extra morbido, con nervatura centrale, resistenti ai raggi U.V., al gelo, completamente antiabrasive non ritorto ma incarniciato con una speciale calza a doppio filo intrecciato.


Ospitano le partite e gli allenamenti di Primi Calci e Piccoli Amici. Gli spogliatoi, posti nella struttura frontale all’entrata dei campi, sono muniti di servizi e docce calde.

IL PARCO

Il ristorante

All’interno della struttura è presente un ristorante pizzeria con servizio di bar all’interno del quale è possibile riscaldarsi durante il periodo invernale con una bevanda calda, pranzare durante i tornei o cenare dopo gli allenamenti ed organizzare cene e riunioni di squadre e dirigenti.


Durante il periodo estivo è possibile consumare una bibita fresca negli spazi esterni.


La piastra polivalente


Gli spazi esterni offrono una piastra polivalente in cemento dove è possibile giocare a basket o pallavolo.

Iscriviti alla newsletter